Ufficio a Firenze

Viale dei Mille, n. 73 Firenze

Tel./fax: 055.581958
Email: info@avvocatoboschifirenze.it

Orari di apertura / Lunedi – Venerdi / 08:00 – 19:00

Chiamaci Tel. 055.581958

Cons. Stato, Sez. IV, 25/07/2023, n. 7277#COMUNIONE #CONDOMINIO #Innovazioni #modificazioni #Particomuni #edificio #targhe #muri #perimetrali #condomino #delibera #assemblea #maggioranza A norma dell'art. 1102, comma 1, c.c., ciascun condomino può apportare a sue spese modificazioni necessarie per il migliore godimento delle cose comuni, purché osservi il duplice limite di non alterare la destinazione e di non impedire agli altri partecipanti di farne parimenti uso. Entro questi limiti, senza bisogno del consenso degli altri partecipanti, ciascun condomino può servirsi altresì dei muri perimetrali comuni dell'edificio e appoggiarvi tubi, condutture, targhe, tende e altri manufatti analoghi. Alle modificazioni consentite al singolo si applica altresì il

#avvocatoboschi#imposta#successione#donazione#coacervo Comm. trib. regionale Piemonte Torino, Sez. III, 20/07/2021, n. 594 IMPOSTA SUCCESSIONE E DONAZIONE l'avviso di liquidazione con cui l'Amministrazione finanziaria recupera la maggiore imposta di successione rettificando il valore dell'asse ereditario includendovi una precedente donazione fatta in vita dal de cuius, è illegittimo poiché ai fini del calcolo della franchigia dell'imposta sulle successioni, l'applicazione dell'aliquota fissa invece di quella progressiva per scaglioni esclude dal computo le donazioni anteriori rappresentando una soppressione implicita dell'obbligo di coacervo. Avvocato Nicola BoschiViale dei Mille, 73 - 50131 Firenzetel./fax 055581958 cell. 3386578044p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it   avvocatoboschifirenze.it/

imposta#successione#donazione#coacervo Comm. trib. regionale Piemonte Torino, Sez. III, 20/07/2021, n. 594 IMPOSTA SUCCESSIONE E DONAZIONE l'avviso di liquidazione con cui l'Amministrazione finanziaria recupera la maggiore imposta di successione rettificando il valore dell'asse ereditario includendovi una precedente donazione fatta in vita dal de cuius, è illegittimo poiché ai fini del calcolo della franchigia dell'imposta sulle successioni, l'applicazione dell'aliquota fissa invece di quella progressiva per scaglioni esclude dal computo le donazioni anteriori rappresentando una soppressione implicita dell'obbligo di coacervo. Avvocato Nicola BoschiViale dei Mille, 73 - 50131 Firenzetel./fax 055581958 cell. 3386578044p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it   avvocatoboschifirenze.it/

Cass. civ., Sez. III, Sentenza, 20/02/2023, n. 5271Danno non patrimoniale #RISARCIMENTO DEL DANNO  #Patrimoniale #non patrimoniale #danni morali #Danno alla persona #vacanza rovinata In tema di "vacanza rovinata", l'art. 44 del d.lgs. n. 79 del 2011 va interpretato nel senso che tra i pregiudizi risarcibili è compreso anche il danno di natura non patrimoniale ex art. 2059 c.c. - categoria che include la lesione di interessi inerenti alla persona -, con la conseguenza che al relativo diritto risarcitorio è applicabile il termine di prescrizione triennale e non quello annuale di cui all'art. 45, comma 3, del d.lgs. per i "danni diversi

#avvocatoboschifirenze #Contraffazione  #marchi #usurpazione #vino #viticoltori #FRODI IN COMMERCIO #AGRICOLTURA Cass. pen., Sez. III, 15/01/2020, n. 9357 Integra il reato previsto dall'art. 517 c.p., la messa in circolazione di una bevanda, da comporre ad opera del consumatore, evocativa del gusto di un vino"doc" italiano, nel caso in cui il mosto, fornito dal venditore, non provenga, diversamente da quanto desumibile dalla confezione da vitigni italiani. Avvocato Nicola Boschi Viale dei Mille, 73 - 50131 Firenze tel./fax 055581958 cell. 3386578044 p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it avvocatoboschifirenze.it/

- - #avvocatoboschifirenze - - - #Contraffazione  #marchi #usurpazione #vino #viticoltori  - - - - #FRODI IN COMMERCIO #AGRICOLTURA Cass. pen., Sez. III, 15/01/2020, n. 9357 Integra il reato previsto dall'art. 517 c.p., la messa in circolazione di una bevanda, da comporre ad opera del consumatore, evocativa del gusto di un vino"doc" italiano, nel caso in cui il mosto, fornito dal venditore, non provenga, diversamente da quanto desumibile dalla confezione da vitigni italiani.