Ufficio a Firenze

Viale dei Mille, n. 73 Firenze

Tel./fax: 055.581958
Email: info@avvocatoboschifirenze.it

Orari di apertura / Lunedi – Venerdi / 08:00 – 19:00

Chiamaci Tel. 055.581958

Tribunale Catanzaro, Sez. II, Sentenza, 08/06/2023, n. 950 DANNI IN MATERIA CIVILE E PENALE  ISTRUZIONE PUBBLICA E PRIVATA  In tema di risarcimento dei danni derivanti da un sinistro verificatosi nella palestra di una scuola, il fatto che ha generato il danno è l'inadempimento da parte della scuola dell'obbligo di vigilare sulla sicurezza dell'alunno nell'intervallo di tempo in cui questo ha fruito della prestazione scolastica, ossia durante la lezione di educazione fisica. Con l'accoglimento della domanda di iscrizione dell'alunno, invero, si determina l'instaurazione di un vincolo negoziale, che comporta l'obbligo della scuola di vigilare sulla sicurezza e l'incolumità dell'alunno per il

Cass. civ., Sez. II, Ordinanza, 14/12/2023, n.35027 COMUNIONE E CONDOMINIO - Lastrici solari e tetto RESPONSABILITA' CIVILE   In materia di responsabilità per danni dainfiltrazioni prodotte dal lastrico solare o dal terrazzo di proprietà o di usoesclusivo, il paradigma è quello dell’art. 2051 c.c. avuto riguardo allaposizione del soggetto proprietario o avente l’uso esclusivo, in ragione delrapporto diretto che esso ha con il bene potenzialmente dannoso. E’, inoltre,configurabile una concorrente responsabilità del Condominio, che, in forzadegli artt. 1130 c.c., comma 1, n. 4 e 1135 c.c., comma 1, n. 4, è tenuto acompiere gli atti conservativi e le opere di manutenzione straordinariarelativi alle parti

Cass. civ., Sez. II, Ordinanza, 23/06/2023, n. 18018 In tema responsabilità per il pagamento dell'Imposta di Soggiorno, il responsabile della piattaforma telematica utilizzata per la prenotazione non può sostituire in questo ruolo il gestore della struttura. Ove il responsabile della piattaforma funga solo da intermediario tra gli ospiti e il gestore della struttura ricettiva, incassando le somme versate dai primi e girandole alla seconda, è il gestore della ad essere obbligato agli adempimenti formali e sostanziali connessi con la riscossione dell'Imposta. Avvocato Nicola Boschi Viale dei Mille, 73 – 50131 Firenze tel./fax 055581958 cell. 3386578044 p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.itavvocatoboschifirenze.it/

In materia di frode in commercio, si configura il reato di cui all'art. 515 c.p. in capo al produttore che detenga per la vendita, compiendo atti idonei diretti alla consegna agli acquirenti, un ingente numero di bottiglie di vino, sigillate e munite di contrassegno, etichettate come Barolo DOCG, laddove le operazioni di vinificazione e di invecchiamento delle uve risultino effettuate anche presso uno stabilimento sito in un comune non compreso nella zona di produzione del vino Barolo, sebbene da lì distante appena 300 metri. (Violazione del disciplinare di produzione approvato con D.P.R. 1° luglio 1980, che prevede che "tutte le

Cons. Stato, Sez. IV, 25/07/2023, n. 7277#COMUNIONE #CONDOMINIO #Innovazioni #modificazioni #Particomuni #edificio #targhe #muri #perimetrali #condomino #delibera #assemblea #maggioranza A norma dell'art. 1102, comma 1, c.c., ciascun condomino può apportare a sue spese modificazioni necessarie per il migliore godimento delle cose comuni, purché osservi il duplice limite di non alterare la destinazione e di non impedire agli altri partecipanti di farne parimenti uso. Entro questi limiti, senza bisogno del consenso degli altri partecipanti, ciascun condomino può servirsi altresì dei muri perimetrali comuni dell'edificio e appoggiarvi tubi, condutture, targhe, tende e altri manufatti analoghi. Alle modificazioni consentite al singolo si applica altresì il

#avvocatoboschi#imposta#successione#donazione#coacervo Comm. trib. regionale Piemonte Torino, Sez. III, 20/07/2021, n. 594 IMPOSTA SUCCESSIONE E DONAZIONE l'avviso di liquidazione con cui l'Amministrazione finanziaria recupera la maggiore imposta di successione rettificando il valore dell'asse ereditario includendovi una precedente donazione fatta in vita dal de cuius, è illegittimo poiché ai fini del calcolo della franchigia dell'imposta sulle successioni, l'applicazione dell'aliquota fissa invece di quella progressiva per scaglioni esclude dal computo le donazioni anteriori rappresentando una soppressione implicita dell'obbligo di coacervo. Avvocato Nicola BoschiViale dei Mille, 73 - 50131 Firenzetel./fax 055581958 cell. 3386578044p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it   avvocatoboschifirenze.it/

imposta#successione#donazione#coacervo Comm. trib. regionale Piemonte Torino, Sez. III, 20/07/2021, n. 594 IMPOSTA SUCCESSIONE E DONAZIONE l'avviso di liquidazione con cui l'Amministrazione finanziaria recupera la maggiore imposta di successione rettificando il valore dell'asse ereditario includendovi una precedente donazione fatta in vita dal de cuius, è illegittimo poiché ai fini del calcolo della franchigia dell'imposta sulle successioni, l'applicazione dell'aliquota fissa invece di quella progressiva per scaglioni esclude dal computo le donazioni anteriori rappresentando una soppressione implicita dell'obbligo di coacervo. Avvocato Nicola BoschiViale dei Mille, 73 - 50131 Firenzetel./fax 055581958 cell. 3386578044p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it   avvocatoboschifirenze.it/

Cass. civ., Sez. III, Sentenza, 20/02/2023, n. 5271Danno non patrimoniale #RISARCIMENTO DEL DANNO  #Patrimoniale #non patrimoniale #danni morali #Danno alla persona #vacanza rovinata In tema di "vacanza rovinata", l'art. 44 del d.lgs. n. 79 del 2011 va interpretato nel senso che tra i pregiudizi risarcibili è compreso anche il danno di natura non patrimoniale ex art. 2059 c.c. - categoria che include la lesione di interessi inerenti alla persona -, con la conseguenza che al relativo diritto risarcitorio è applicabile il termine di prescrizione triennale e non quello annuale di cui all'art. 45, comma 3, del d.lgs. per i "danni diversi

#avvocatoboschifirenze #Contraffazione  #marchi #usurpazione #vino #viticoltori #FRODI IN COMMERCIO #AGRICOLTURA Cass. pen., Sez. III, 15/01/2020, n. 9357 Integra il reato previsto dall'art. 517 c.p., la messa in circolazione di una bevanda, da comporre ad opera del consumatore, evocativa del gusto di un vino"doc" italiano, nel caso in cui il mosto, fornito dal venditore, non provenga, diversamente da quanto desumibile dalla confezione da vitigni italiani. Avvocato Nicola Boschi Viale dei Mille, 73 - 50131 Firenze tel./fax 055581958 cell. 3386578044 p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it avvocatoboschifirenze.it/

Cass. civ., Sez. II, Ord., (data ud. 20/04/2023) 02/05/2023, n. 11371  Il mediatore, d'altro canto, interviene nelle fasi del procedimento di formazione del contratto di compravendita immobiliare antecedenti all'intervento del notaio ed all'espletamento dei controlli cui quest'ultimo è deputato, e la qualificazione professionale del mediatore giustifica, perciò, che lo stesso abbia verso le parti della trattativa preliminare obblighi di fornire le informazioni note e divieti di fornire informazioni non veritiere e di reticenza. Avvocato Nicola Boschi Viale dei Mille, 73 - 50131 Firenze tel./fax 055581958 cell. 3386578044 p.e.c. nicola.boschi@firenze.pecavvocati.it avvocatoboschifirenze.it/